HOME BORGATA DI RIZZIOS

Borgata di Rizzios

E' una antica borgata di Calalzo raggiungibile facilmente per la strada asfaltata che porta in Val D'Oten o, lasciando l'automobile in località S. Giovanni, a piedi con una piacevole passeggiata in mezzo al bosco seguendo la vecchia strada contornata da muri a secco ed in alcuni tratti ciottolata, recentemente recuperata alla vegetazione e ben segnalata da cartelli informativi di carattere storico - naturalistico.

La borgata di Rizzios permette tuttora di osservare quali fossero le caratteristiche essenziali dell'antico insediamento abitativo cadorino: la disponibilità in loco di una fonte continua d'acqua; l'esposizione a mezzogiorno delle case a riparo da venti, valanghe e frane. Le abitazioni erano costruite sul terreno più scosceso e povero di terra, mentre quello adiacente, meno pendente e produttivo, veniva disboscato ed avviato alla coltura di cereali, legumi, patate e quant'altro servisse alla comunità.

Le case con struttura portante in pietra legate con malta di calce, potevano essere nei piani rialzati in travatura di legno che sosteneva le pareti di graticcio ad assicelle intonacate con malta paglia ("gardia"). La copertura del tetto era in scandole, tavolette di legno che, una volta logore potevano essere girate o capovolte e riutilizzate. Le falde erano due e scaricavano lateralmente neve ed acque meteoriche, convogliate a volte sul sentiero d'accesso a forma di "canaletta". La zona fuoco era a pianoterra, alimentata a legna e sopraelevata dal pavimento di circa 40 cm.; era attorniata da panche e il fumo fuoriusciva da una cappa sovrastante.

Questa piccola borgata, ebbe in sorte di essere patria di uomini d'ingegno la cui fama ha varcato anche i confini nazionali (ad es. i fratelli Frescura, fondatori della prima fabbrica d'occhiali del Cadore e d'Italia alla fine dell'ottocento), può vantare la presenza di una chiesetta ricca di dipinti ad olio del XVII secolo e reliquiari restaurati negli anni ’80 e la pianeta seicentesca appartenuta al Beato Padre Marco d’Aviano.